PROGRAMMA

PROGETTO FORMATIVO

Il percorso formativo è basato sullo studio e sull’esperienza multi e interdisciplinare di tutti i linguaggi delle arti performative contemporanee

   Il percorso formativo che proponiamo, pur ponendo al centro le arti coreutiche intese come espressione del corpo e del movimento nelle sue diverse forme, si baserà sullo studio e sull’esperienza multi e interdisciplinare di tutti i linguaggi delle arti performative contemporanee e sul dinamico collegamento tra formazione e ricerca. Si nutrirà del continuo dialogo tra le attività pratiche, che in ogni caso prevalgono, e la riflessione teorica. Questa sarà veicolata sia attraverso e dentro le pratiche stesse, sia guidata da teorici esperti nel campo delle arti e dei linguaggi performativi, nonché della filosofia e delle scienze e delle loro relative interrogazioni sul corpo, sulla presenza, sul movimento.


Le attività pratiche saranno dunque innanzitutto coreutiche, ma si estenderanno anche alle discipline teatrali e musicali, ai loro linguaggi specifici e a particolari forme di ibridazione tra di essi, comunque considerando il loro rapporto con la presenza, col corpo. Ciò risponde a una visione che pone l’arte performativa contemporanea e i suoi interpreti di fronte al concetto di atto scenico come unità espressiva, il cui strumento è innanzitutto il corpo e la sua presenza, al di là dello specifico del linguaggio da cui muove e del ruolo che al corpo si affida.

Il gruppo di studenti inizierà compatto per poi dividersi sempre più spesso nel corso del triennio specializzando per ciascuno la propria formazione in virtù dell’inclinazione individuale. Il programma abbraccerà la trasmissione verticale e quella orizzontale e condivisa, il campo dello studio e quello dell’indagine: le attività didattiche cominciando su un piano più propriamente educativo e comune e tendendo sempre più verso i laboratori con i loro specifici settori (creazione, improvvisazione, repertorio, pedagogia), verso i progetti di ricerca condotti da artisti e coreografi ospiti e sviluppati con gli studenti, verso esperienze professionali (tirocini e partecipazioni, a vario titolo, a progetti di creazione), e verso la personalizzazione dei percorsi secondo le diverse vocazioni.

Nella connessione tra formazione professionale e ricerca, che caratterizza la nostra proposta, i concetti di trasmissione e perfezionamento coinvolgono tutti, studenti e artisti/docenti. In particolare, i progetti di ricerca costituiscono l’occasione per condividere un’esperienza e trarne reciproco beneficio: gli artisti avendo a disposizione gli studenti per condurre le proprie sperimentazioni, gli studenti avendo l’opportunità di vivere sulla propria pelle la varietà di poetiche, questioni, processi di lavoro dei diversi artisti-conduttori.  

Il programma triennale si articola su 900/1000 ore annue tra attività pratiche e teoriche, laboratori di ricerca, percorsi dedicati alla visione guidata di spettacoli. Nel 2018 il corso inizierà a luglio e procederà in maniera intensiva fino a dicembre. Le lezioni si terranno dal lunedì al venerdì con una media di 6/7 ore quotidiane; in casi particolari sarà incluso anche il sabato. È prevista una sospensione estiva di due settimane nel mese di agosto.
Per gli altri due anni (2019-2020) l’attività sarà distribuita tra febbraio e dicembre. Per il primo anno il programma didattico definitivo sarà diffuso a partire da maggio 2018.

La sede del progetto è Roma. Tuttavia già dal primo anno, e sempre più nel corso del triennio, le diverse attività saranno accolte, in forma di residenza,  da strutture e istituzioni sul territorio nazionale e in alcuni casi internazionale.

Insegnamenti 
Fondamenti e principi della danza classica
Danza contemporanea, pratiche di movimento e di azione per la scena
Pratiche corporee
Laboratori coreutici – improvvisazione e composizione 
Laboratori di pedagogia della danza
Laboratori musicali
Laboratori teatrali
Drammaturgia della luce
Drammaturgia del suono 
Drammaturgia dell’immagine
Drammaturgia della voce
Drammaturgia della parola e del testo
Critica e pratiche di fruizione
Incontri teorici, ascolti e visioni

Percorsi di ricerca
Approfondimenti inerenti personali temi di ricerca degli artisti invitati